TERAPIA PER ADULTI

ANDREA CRESPI PSICOLOGO A VIMERCATE

“Esistono tante paure quante se ne possono inventare”

Il disagio psichico è una condizione psico-fisica che si manifesta in particolari situazioni e momenti della vita.

Tale condizione può assumere le più svariate forme, ma ciò che accomuna la sua genesi è il reiterarsi di comportamenti e pensieri che, in realtà, sono assolutamente normali.

Se dovessimo prendere in mano il DSM-5, il manuale diagnostico per le psicopatologie, ci renderemmo conto che ognuno dei sintomi elencati può rappresentare un momento specifico della nostra vita e questo farebbe riaffiorare ricordi, sensazioni ed emozioni a noi familiari.

Per cui, davanti ad un piatto molto buono, può esserci capitato di sentire la voglia irrefrenabile di abbuffarci senza freni; davanti a una minaccia, proviamo ansia e paura, giungendo al panico se questa è molto grande. Abbiamo anche un sano lato narcisistico che ci porta a dare molta attenzione alle nostre risorse personali, quando desideriamo l’attenzione di una particolare persona.

Tutti questi comportamenti, atteggiamenti e pensieri fanno parte di un sano equilibrio psico-fisico, ci permettono di stare bene e di vivere in maniera funzionale le situazioni che ci si pongono davanti.

I nostri stati depressivi nascono dall’irrigidimento di questi pensieri e comportamenti, dal quale sembra complesso uscire. Iniziamo così a evitare le situazioni, ripetere in maniera ossessiva e compulsiva ciò che ci ha fatto stare bene, oppure continuare a litigare con le persone, diventando sempre più scontrosi.

Ho provato a introdurre l’oggetto dell’intervento psicologico, che è il disagio psichico e le sue modalità di funzionamento; per le principali classi di sintomi, riportate qui sotto, nel mio intervento non vorrò cercare tanto le cause inconsce, ma quanto più riconoscere le specifiche modalità di funzionamento, sbloccare le tentate soluzioni rigide e ristabilire il nuovo equilibrio.

Terapia per Adulti - Andrea Crespi Psicologo a Vimercate

Attacchi di Panico

L’attacco di panico è la forma più acuta e intensa dell’ansia e ha le caratteristiche di una crisi, che seppur breve, è tanto travolgente da terrorizzare la persona al solo pensiero che una simile esperienza possa ricapitare.

Pensieri intrusivi-ossessivi

I pensieri intrusivi si possono definire come “ogni pensiero ricorrente, inaccettabile, indesiderato, accompagnato da un soggettivo disagio emotivo”. Tali pensieri insorgono così rapidamente che la loro comparsa appare indipendente dal nostro controllo.

I pensieri intrusivi e le ossessioni sono indistinguibili, in quanto costituiscono il medesimo fenomeno. Ciò che rende tali pensieri problematici e disturbanti, tanto da trasformarli in ossessioni, è la frequenza di comparsa e la valutazione di questi pensieri come pericolosi e inaccettabili.

Problemi alimentari

I problemi alimentari si manifestano sotto diverse forme e ognuna merita attenzioni specifiche sul suo funzionamento.

Con i pazienti che soffrono di un disagio legato ad un eccesso di dimagrimento, comunemente riconosciuto come anoressia, il percorso procede gradatamente, con piccoli passi che vengono sempre negoziati in seduta con il o la paziente. L’obiettivo è quello di permettere al paziente di ritrovare l’equilibrio tra il piacersi e l’adozione di un’alimentazione equilibrata.

Per i pazienti che hanno come tentata soluzione un’irrefrenabile abbuffata, associando nel momento successivo l’evacuazione, che può avvenire per via orale (vomiting) o via intestinale (purging), la prima parte del percorso prevede piccole modifiche di tale rituale, che prende la forma di una vera e propria compulsione appagante, a cui la persona non riesce proprio a rinunciare. La consapevolezza che si tratti di un rituale piacevole, permette al paziente di inquadrare il problema, raggiungendo la prima fase di intervento che porta al successivo passo: la piccola rinuncia riuscita. A questo punto le sedute sono volte a trovare un equilibrio che ristabilisca la corretta alimentazione e l’importanza di piacersi, oltre a ritrovare il gusto di piacere agli altri.

Disturbo Ossessivo Compulsivo

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo è una problematica caratterizzata dalla presenza di ossessioni e/o compulsioni.

Le ossessioni sono pensieri, immagini o impulsi intrusivi e ripetitivi, percepiti come incontrollabili e come disturbanti. Queste attivano emozioni sgradevoli e molto intense, quali sopratutto ansia, disgusto e senso di colpa.

Le compulsioni sono dette anche cerimoniali o rituali. Sono comportamenti ripetitivi o azioni mentali finalizzati a contenere il disagio emotivo provocato dai pensieri e dagli impulsi che caratterizzano le ossessioni sopra descritte.

Pensieri Paranoici

Il soggetto che affetto da paranoia presenta una convinzione delirante molto precisa: quella di essere perseguitato o, più dettagliatamente, che qualcuno o qualcosa possa fargli del male.

La paranoia nasce da un disturbo del pensiero di cui il soggetto non ha piena consapevolezza: il disturbo paranoide di personalità.

Contatti

Autorizzazione per il trattamento dei dati personali